Forex trading: cosa è e come guadagnare!

Cos’è il Forex Trading

Cosa è il Forex Trading

Cosa è il Forex Trading

Imparare i concetti di base e imparare a fare trading su un nuovo Mercato sarà come ad esempio imparare a parlare una nuova lingua. Sarà comunque più facile quando si avrà a disposizione un buon vocabolario e si saranno capite alcune idee di base ed i relativi concetti.

Si consiglia quindi di cominciare con le basi del Trading sul Forex prima di imparare ad utilizzare direttamente su una piattaforma. Iniziamo con il dire che cos’è il Forex, è un abbreviazione comunemente utilizzata per “Foreign Exchange”, descrive in genere l’acquisto e la vendita di valuta nel Mercato dei cambi, in particolare da parte degli investitori e degli speculatori.

L’espressione familiare, “comprare basso e vendere alto,” si applica certamente alla negoziazione di Valuta. Un Trader sul Mercato Forex acquista Valute che sono sottovalutate, e vende Valute, proprio come un operatore di Borsa acquista Azioni che sono sottovalutate e vende Azioni che sono sopravvalutate.

Come guadagnare con il Forex Trading

Come guadagnare con il forex trading

Come guadagnare con il forex trading

Per iniziare ad operare con Forex Trading bisognerà prima di tutto iscriversi ad un Broker che rappresenterà la connessione diretta al Mercato del Forex. E’ il luogo dove il Trader acquisterà e venderà le valute e gestirà il proprio conto.
Una volta che ci si sarà iscritti, la prima cosa che si dovrà fare per iniziare ad operare sarà quello di immettere il primo ordine. Mandare un ordine al Mercato sarà semplice.

Tutto quello che si dovrà fare sarà quello di cliccare sul prezzo di acquisto o di vendita del cambio che si vorrà trattare nella finestra “Visualizzazione Prezzi”, dopodiché si dovrà semplicemente confermare cliccando sulla voce “OK”.

Riassumendo:

  • primo passo: si dovrà cliccare su “BUY“, ovvero su acquistare, o su “SELL“, ovvero su vendere;
  • secondo passo: si dovrà cliccare su “OK” per confermare.

Una volta confermato si dovranno monitorare le posizioni attive. Quando nel Mercato vi saranno posizioni aperte sarà necessario sapere cosa starà succedendo, quindi se queste posizioni saranno in profitto o saranno in perdita. Per fare questo sarà sufficiente controllare la finestra “Conti” della piattaforma, dove saranno presentate tutte le posizioni aperte ed i dettagli relativi.

Di solito nelle piattaforme sarà presente una finestra definita Summary, ovvero si tratta di una finestra di riepilogo, di dialogo, in cui saranno presenti le seguenti voci che sarà bene sapere il loro significato:

  • Cambio: la coppia di Valute o Cross della posizione.
  • Importo: ammontare totale.
  • S/B: il senso della operazione S=vendita B=acquisto.
  • Media: il prezzo medio di apertura.
  • Close: il prezzo attuale al quale può essere chiusa la posizione.
  • P/L: il Profitto o la Perdita complessivo di tutte le posizioni aperte.
  • P/L Lordo: il Profitto o la Perdita (P/L) complessivo di tutte le posizioni aperte, considerati interessi ed eventuali commissioni.
  • Stop: la posizione netta di stop.
  • Stop Move: il numero di pips rimasti prima della modifica dello stop.
  • Limit: il limite netto della posizione.

Successivamente una volta aperte le posizioni si dovranno chiudere. Quando si sarà pronti per chiudere una posizione aperta, sarà sufficiente cliccare sul prezzo appropriato sulla colonna “Vendi e Chiudi” o “Acquista e Chiudi” della finestra “Summary“.

A questo punto si potranno confermare i dettagli dell’ordine cliccando “OK“. Una volta che la posizione verrà chiusa, il profitto o la perdita corrispondenti saranno registrati ed il saldo del conto sarà aggiornato corrispondentemente nella finestra “Account“. Sarà necessario ricordare che il saldo del conto riguarda solo i profitti e le perdite effettivamente consolidati. Il valore della posizione totale, tuttavia, sarà rappresentato dal saldo più gli eventuali profitti od eventuali perdite delle posizioni aperte.

Per ottenere maggiori informazioni e consigli utili sul forex trading clicca qui!

Trading Forex con Opzioni Binarie

Elaborare strategie di Forex tenendo in considerazione sia l’analisi fondamentale e sia l’analisi tecnica potrà risultare difficile, e un’alternativa messa a disposizione dai broker sono le Opzioni Binarie. Queste prevedono la possibilità di scegliere tra due sole Opzioni e quindi offrono il 50% di possibilità di ottenere guadagni, probabilità che ovviamente potranno aumentare dall’analisi di Trading.

Le Opzioni Binarie sono di tre tipologie principali:

  • Call/Put, anche denominate Alto/Basso, qui il Trader dovrà stabilire se entro un determinato termine il valore di una valuta rispetto ad un’altra sarà più alto o più basso;
  • Intervallo, o Range, nelle quali il Trader dovrà individuare se entro la scadenza il valore si manterrà o meno entro un determinato intervallo;
  • Tocca/Non tocca, o Touch, in questo caso il Trader dovrà determinare se nell’arco temporale prestabilito il rapporto tra le Valute toccherà o meno un determinato valore.
  • Queste sono le tipologie principali, ma vi sono Broker che inoltre vi permetteranno di operare anche con Opzioni Binarie che si discostano leggermente dalle tipologie viste, come ad esempio alcuni Broker permettono di operare con le Opzioni Builder, cioè costruite dallo stesso Trader che ne determina alcuni elementi come ad esempio la scadenza, il profitto.

    Una sostanziale differenza tra le Opzioni Binarie e il Trading Forex tradizionale è data dal fatto che nelle Opzioni Binarie il termine temporale è prestabilito e quindi il Trader sa che entro lo stesso l’investimento sarà chiuso.

    In secondo luogo fin da subito il Trader sa qual’è il guadagno o la perdita che potrà maturare e le stesse potranno essere molto elevate, infatti in media il rendimento sarà tra il 70-80%, ma vi sono Opzioni che possono arrivare ad un rendimento anche del 500%, ed è bene sottolineare che all’aumentare del rendimento previsto, aumenteranno anche i rischi.

    I tempi saranno prestabiliti, infatti vi sono Opzioni con scadenza di 30 secondi, che non sono offerte da tutti i Broker, Opzioni con scadenza di 60, 90, e 120 secondi, di 5 minuti, di 10 e 15 minuti, e di 30 minuti fino alla scadenza giornaliera, settimanale e in alcuni casi anche tempi più lunghi. Solo in alcuni casi i Broker permetteranno di modificare la scadenza inizialmente prevista, come ad esempio attraverso il Rollover che vi consentirà di posticipare la scadenza, o il Take Profit che vi permetterà di chiudere prima della scadenza. In alcuni casi sarà possibile anche modificare quanto investito e lo si potrà fare attraverso il Double Up.

    Tutte queste possibilità offerte da alcuni Broker richiederanno però il pagamento di una commissione, quindi di conseguenza sarà bene valutare se vi sarà convenienza.

    Si raccomanda di tenere presente una volta che si avrà deciso di operare con il Forex Trading, che esiste una. Parlando del Forex non si può tralasciare l’aspetto fiscale, infatti i guadagni generati dal Trading saranno soggetti a tassazione.

    Pur essendo un Mercato globale, la tassazione avverrà a livello locale, quindi ogni Stato decide l’imposizione fiscale da applicare. In Italia i proventi delle operazioni finanziarie sul Forex sono tassati in qualità di plusvalenze di natura finanziaria, le aliquote applicate solitamente vengono determinate con legge.